Approccio proattivo e flessibile dei produttori alla sicurezza

Gli OEM dimostrano che l'approccio flessibile è fondamentale per la sicurezza

Un costruttore su cinque dichiara di aver subito furti di proprietà intellettuale dovuti a violazioni della sicurezza.

È un dato sconcertante, ma è anche un segno dei tempi in cui viviamo. Si calcola che i crimini informatici costino qualcosa come 400 miliardi di dollari l'anno all'economia globale.

Fortunatamente per le aziende, i costruttori di macchine di tutto il mondo si stanno impegnando a fondo sul fronte della sicurezza informatica, per proteggere gli utilizzatori finali da attacchi dagli effetti potenzialmente devastanti.

Ecco le tre informazioni principali che abbiamo ricavato da un'indagine a campione condotta sui costruttori di macchine e sulle loro strategie per la sicurezza.

Accesso remoto e sicurezza vanno di pari passo

Gli strumenti di accesso remoto permettono ai costruttori di macchine di intervenire rapidamente in caso di situazioni critiche riguardanti gli utilizzatori finali oppure di fornire assistenza continua e servizi di manutenzione senza spese di trasferta. Tuttavia, l'accesso remoto è possibile solo se la connessione è sicura e se i clienti hanno la certezza che i propri dati siano al sicuro.

Loccioni, un'azienda Italiana che produce apparecchiature per la misurazione, i test e l'assemblaggio, aiuta le aziende a trovare un giusto equilibrio tra i vantaggi dell'accesso remoto e le loro esigenze in fatto di sicurezza.

"L'accesso remoto è sempre più oggetto di controlli severi da parte dei clienti" ha affermato Gianluca Battistoni, key account manager di Loccioni. "Dobbiamo interfacciarci con l'infrastruttura di sicurezza dei clienti. Cinque anni fa, il nostro sistema preferito risiedeva sulla macchina. Oggi il cliente controlla molto di più l'accesso."

Meglio un approccio di tipo proattivo anziché reattivo

Wulftec International Inc., azienda del Quebec produttrice di avvolgitrici e pallettizzatori per l'industria alimentare, farmaceutica e per altri settori, è tra le aziende che hanno aderito al programma USA Customs-Trade Partnership Against Terrorism (C-TPAT). A questo programma volontario di collaborazione pubblico-privato possono aderire le aziende che intendono rafforzare le proprie catene logistiche internazionali.

"Abbiamo scelto di svolgere un ruolo attivo nella protezione dei dati sensibili dei nostri clienti" ha affermato Priscille Tremblay, Sales Director di Wulftec International. "Diventando partner C-TPAT, assicuriamo ai nostri clienti e alle autorità che siamo un'azienda sicura e che i nostri dipendenti e fornitori operano in modo sicuro".

Wulftec International gestisce anche un database di numeri di serie delle macchine, che le permette di tenere traccia di tutte le modifiche apportate alle macchine durante il periodo di garanzia.

Protezione è sinonimo di sicurezza

La sicurezza e l'affidabilità dei macchinari sono particolarmente importanti nell'industria mineraria poiché gli attacchi informatici alle attrezzature possono mettere a rischio la vita dei lavoratori.

"Le applicazioni sono critiche per la sicurezza sul lavoro, e ciò vale soprattutto nei pozzi delle miniere di carbone, rame, uranio, oro e argento, in cui capita di portare in superficie 50-60 tonnellate di materiale da un chilometro e mezzo di profondità" ha affermato Vladislav Hermann, presidente di HSP Inc. e rappresentante statunitense di INCO Engineering, azienda produttrice di attrezzature di trasporto per miniere sotterranee. "La sicurezza del personale e dei materiali trasportati è una priorità assoluta".

Per garantire la sicurezza di queste attività minerarie, INCO Engineering ha sviluppato un sistema di monitoraggio a distanza che permette ai propri tecnici addetti alla manutenzione di controllare i macchinari dei clienti da una centrale nella Repubblica Ceca, dove ha sede l'azienda. I tecnici INCO Engineering possono visualizzare i dati in tempo reale e allertare gli addetti alla manutenzione locali se rilevano anomalie o informazioni relative a condizioni di criticità.

Stare al passo con le minacce

Le possibili minacce sono in continua evoluzione e gli esempi di questi costruttori di macchine di livello mondiale sono preziosi, poiché ci ricordano che l'adozione di strategie efficaci e flessibili per combattere le minacce informatiche forse è la strada migliore per proteggere i dati critici sia dei costruttori stessi che dei clienti.

Per saperne di più sulle strategie adottate dai costruttori di macchine per proteggere i dati dei clienti dai crimini informatici, potete leggere l'ultimo numero di Security Matters

Tony Baker
Pubblicato 29 Giugno 2015 Da Tony Baker, Product Manager-Network Security, Rockwell Automation
  • Contatto:

Contatto

Rockwell Automation e i propri partner offrono conoscenze eccezionali che vi aiuteranno a progettare, implementare e supportare il vostro investimento nell'automazione.

Ultime Novita

La ultime novità in fatto di tecnologie e soluzioni Rockwell Automation.