Costruttori di macchine automotive: fornite valore

Costruttori di macchine automotive: fornite valore

Per acquisire un vantaggio competitivo, i fornitori dell'industria automobilistica puntano a realizzare infrastrutture di produzione intelligenti e connesse. E per questo hanno bisogno di macchine datacentriche che servano da base alla Connected Enterprise

Sono sempre di più i fornitori che richiedono, tra le caratteristiche standard delle macchine di assemblaggio, capacità di gestione della genealogia dei materiali. Altri hanno alzato i requisiti relativi alla connettività remota. E altri ancora stanno imponendo tempi ciclo più serrati per macchine e linee di processo strettamente integrate.

Ma questi sono solo alcuni esempi. A prescindere dall'applicazione, i fornitori sono sempre più spesso alla ricerca di macchine che siano in grado di gestire le informazioni e, nel contempo, di rispondere alle esigenze irrinunciabili del settore.

Per i costruttori di macchine, non è una novità doversi confrontare con specifiche complesse. Ma limitarsi ad accogliere i requisiti di una richiesta di offerta (RFP - Request For Proposal) non significa capire veramente – e soddisfare – le esigenze del cliente.

Un approccio limitato alle richieste riportate nelle RFP minimizza anche l'opportunità, per i costruttori di macchine, di perseguire la differenziazione e può rappresentare un ostacolo al pensiero innovativo e all'adozione di tecnologie più intelligenti.

In che modo i costruttori di macchine per l'industria automobilistica possono cambiare questo paradigma? Le domande da farsi sono due: 
 

1. Quali sono i reali requisiti dei miei clienti, a parte quelli esposti nella RFP?

A volte, i clienti hanno difficoltà ad articolare le loro vere esigenze. Considerando con sguardo più attento una tipica RFP apparentemente completa, è possibile capire che i reali obiettivi della richiesta vanno oltre i requisiti specificati.

Anche se ogni fornitore si confronta con sfide specifiche, la maggior parte di loro condivide questi obiettivi e ha bisogno di macchine in grado di:

  • Ottimizzare le efficienze operative
  • Mitigare i rischi per la sicurezza
  • Integrarsi facilmente con altri sistemi
  • Migliorare l'accesso ai dati e la loro analisi

Quanto più sarete consapevoli di questa “agenda nascosta” nelle RFP, tanto meglio riuscirete a posizionarvi come esperto del settore, oltre che come partner capace di proporre soluzioni intelligenti e innovative che creano valore e vanno oltre i requisiti specificati.

Get Smart: Key considerations for developing smart machines and equipment (eBook PDF).

2. Sto cercando di cambiare lo status quo all'interno della mia stessa organizzazione?

Rispondere alle aspettative dei fornitori significa anche mettere in discussione lo status quo nella propria azienda. 

La tecnologia sta evolvendo rapidamente. I costruttori di macchine devono cercare di valorizzare al massimo i progetti già esistenti ma, nel contempo, integrare soluzioni innovative. 

La domanda è: "State integrando le nuove tecnologie abbastanza rapidamente da potervi distinguere per innovazione e differenziazione?"

Siete gli unici a poter rispondere a questa domanda e una valutazione interna delle vostre capacità è un buon modo per iniziare. Esaminate le decisioni che avete preso per la vostra architettura di rete o per la piattaforma di controllo e analizzate l'uso che fate di tecnologie di intelligence incorporate e altre tecnologie.

La vostra architettura può supportare la connettività a diversi tipi di sistemi? Il vostro sistema di controllo è scalabile dalle applicazioni di controllo delle singole macchine a quelle di supervisione di linea? State progettando le vostre macchine in modo da garantire la disponibilità dei dati?

Ricordate, una macchina intelligente non è necessariamente una macchina più costosa. E l'implementazione di tecnologia più intelligente può avvenire gradualmente o attraverso programmi pilota.

Imboccare rapidamente la strada verso lo sviluppo di macchine intelligenti è economicamente vantaggioso, sia per le efficienze generate all'interno del vostro impianto che per l'ottimizzazione della diagnostica e della manutenzione delle macchine dei vostri clienti. Iniziate con piccoli investimenti e, gradualmente, sfruttate il ritorno di quegli investimenti per finanziare il progetto successivo.  

Per saperne di più sulle motivazioni alla base dello sviluppo di macchine e apparecchiature intelligenti, date un'occhiata a questo e-book.

Tom Mott
Pubblicato 19 Marzo 2018 Da Tom Mott, Business Development Manager, Automotive Tier, Rockwell Automation
  • Contatto:

Contatto

Rockwell Automation e i propri partner offrono conoscenze eccezionali che vi aiuteranno a progettare, implementare e supportare il vostro investimento nell'automazione.

Ultime Novita

La ultime novità in fatto di tecnologie e soluzioni Rockwell Automation.