Loading

Blog

Recent ActivityRecent Activity

Progettazione macchine unificata per la nuova normalità

Main Image

L’esplosione del numero di SKU. Lo sviluppo dell’ecommerce. La personalizzazione di massa. Nell'ultimo decennio, i costruttori di macchine e i produttori hanno cercato agilità, efficienza ed equilibrio nelle loro operazioni per soddisfare le richieste del mercato.

Oggi ci troviamo ad affrontare una pandemia globale. Storicamente, crisi di questa portata hanno sempre comportato cambiamenti significativi, e sarà così anche questa volta. I consumatori si abitueranno a un nuovo stile di vita. L'industria opererà in modo diverso. Lo sviluppo di nuove macchine sarà necessariamente diverso.

Semplificare per ridurre la complessità

Generalmente, per far sì che una macchina o una linea produca di più, si aggiunge o si riconfigura l'apparecchiatura. Ciò di solito comporta lunghi tempi di ingegnerizzazione e maggiore ingombro nonché un aumento della manutenzione e del time-to-market. Oggi affrontiamo la necessità di maggiore flessibilità sfruttando la tecnologia in un modo che non è mai stato fatto prima.

Anni fa si parlava di robotica, di tecnologia a carrelli intelligenti (ICT), di motion control e di digitalizzazione come entità tra loro separate. Adesso, grazie ai progressi della meccatronica, sono tutte funzioni inseparabili ed interconesse. Abbinando un sistema di trasporto intelligente a dei robot, è possibile sostituire virtualmente qualsiasi macchina. E applicando le ultime novità dell'IIoT, come l'emulazione per i test e i sistemi di analisi per facilitare i processi decisionali, si crea nuovo valore per i produttori.

Questo è il concetto di progettazione unificata delle macchine, ovvero il raggruppamento di più processi in uno solo - dal punto di vista meccanico, elettronico e della programmazione. Dalla programmazione dei tradizionali sistemi meccanici di trasmissione, siamo passati alla configurazione di soluzioni semplici, sicure e flessibili che consentono la progettazione, la collaborazione e l'ottimizzazione. Inoltre, si hanno tanti altri vantaggi:

  • Un'unica soluzione da gestire per i costruttori di macchine.
  • Un’unica interfaccia da imparare per gli operatori.
  • Un unico sistema da manutenere.
  • Il tutto con costi di capitale e manodopera minimi.

 

Immaginate le possibilità

L'ostacolo principale all’implementazione è pensare in modo diverso, e in scala più grande, tutto il processo. Nuove configurazioni delle apparecchiature possono soddisfare un'esigenza immediata, ma non preparano i vostri clienti per il futuro, così come la soluzione migliore oggi disponibile. In qualità di OEM, dovete iniziare guardando alle sfide aziendali, e non al singolo progetto.

Questa nuova prospettiva si sta facendo strada in tantissimi settori industriali: dagli occhiali da vista e dalle lenti a contatto, alle analisi del sangue hands-free e al campionamento biotecnologico, fino all’assemblaggio completamente automatizzato di prodotti multipack, flessibilità e velocità sono rese possibili semplificando la complessità. Ecco alcuni altri esempi:

  • Il costruttore di macchine da imballaggio CAMA Group ha realizzato un sistema per la formatura, l'imballaggio e la sigillatura del cartone in un'unica struttura compatta. Utilizzando solo tre robot e il sistema ICT, ha ottenuto maggiore velocità, maggiore flessibilità e tempi di cambio prodotto più rapidi.
  • I laboratori di ricerca di nuovi farmaci utilizzano sistemi di automazione più simili al controllo del traffico aereo che alla ricerca medica. Lilly Life Sciences Studio ha ridotto un processo di due o tre settimane a soli due o tre giorni, e tramite la tecnologia ICT adesso sono i campioni che vengono trasportati ai robot e non viceversa.
  • La nostra linea di produzione di contattori è stata costruita basandosi sul concetto di progettazione unificata. Una sola macchina può gestire fino a 6000 SKU, producendo piccoli lotti su richiesta, il tutto tramite una programmazione automatica.

 

Unificare apparecchiature e team

Per le aziende che hanno difficoltà nel gestire cambi di prodotto, migliaia di SKU o il sistema ERP, la flessibilità e il funzionamento semplificato di una tale soluzione è un'alternativa sicuramente allettante. Questo tipo di variabilità richiede un approccio unificato. E coloro che hanno il compito di soddisfare queste richieste apparentemente impossibili ne devono tenere conto.

Ma non sono solo i produttori che devono pensare in modo diverso al loro processo. Affinché robotica, sistemi informativi e ICT funzionino come un tutt'uno, è necessario che anche gli altri stakeholder, ingegneria, vendite, fornitori e utenti finali, lavorino come un’unica entità. I migliori risultati sono frutto di un approccio collaborativo:

  • Gli OEM forniscono competenza nella gestione dei prodotti e nell'ingegneria delle macchine.
  • Gli utenti finali definiscono la sfida aziendale e ne promuovono la visione.
  • I consulenti tecnologici come Rockwell Automation unificano movimento, controllo e altre tecnologie avanzate per rendere la visione una realtà.

Una cosa è certa. Il mercato sta cambiando troppo velocemente perché le macchine build-to-purpose possano assicurare il ROI necessario. E le potenzialità delle macchine flex-to-purpose sono appena agli inizi. Contattateci per esplorare insieme le soluzioni della nuova normalità.


Mike Wagner
Mike Wagner
Global OEM Business Manager, Rockwell Automation
Subscribe

Subscribe to Rockwell Automation and receive the latest news, thought leadership and information directly to your inbox.

Consigliato